Un atto di solidarietà per aiutare un uomo di cinquant'anni a lottare contro un tumore in fase avanzata. Una raccolta fondi, partita dalla determinazione e dall'amore di una donna, Laura Buti, ha già superato i 7.600 euro, avvicinandosi all'obiettivo di 15.000 euro necessari per un trattamento speciale in Germania.

Laura Buti ha condiviso la propria storia personale e quella del compagno sul sito GoFundMe, raccontando la diagnosi devastante ricevuta nel giugno del 2019: un tumore al quarto stadio al colon retto, metastatico al fegato e ai polmoni. La coppia ha deciso di sposarsi immediatamente, dando inizio a una battaglia contro la malattia.

Dopo un iniziale successo delle cure, la malattia è purtroppo ritornata, prima colpendo il fegato e poi i polmoni. "Le terapie non funzionano più, i polmoni sono inoperabili," racconta Laura, descrivendo un percorso di cure intense tra chemioterapie, radioterapie, e interventi chirurgici.

La svolta arriva quando scoprono un centro vicino a Monaco che pratica la cura delle cellule dendritiche, una tecnica non convenzionale e costosa, ma che in Italia viene offerta gratuitamente solo a una limitata cerchia di pazienti. "È la nostra unica speranza," dice Laura, ma il costo del trattamento è elevato: circa 15.000 euro, escludendo i costi aggiuntivi di viaggio e alloggio.

Con un appello alla generosità, Laura invita chiunque a contribuire, sottolineando che "ogni contributo, anche il più piccolo, sarà per noi fondamentale ed apprezzato". La campagna rappresenta non solo una raccolta fondi, ma anche un gesto di solidarietà e di speranza per chi combatte contro il cancro.

Per ulteriori informazioni sulla tecnica di cura, è possibile visitare il sito Iaso-cancer.com